Esplora contenuti correlati

1.3. Lo svolgimento della ricerca

La ricerca si è sviluppata in tre fasi complementari e si è realizzata nell'arco dell'anno 2008.

a) La raccolta e lo studio della documentazione

La prima fase della ricerca è stata dedicata alla raccolta sistematica: degli elementi normativi, dottrinali e giurisprudenziali utili a descrivere in senso generale i contenuti dei dispositivi normativi e dei loro cambiamenti nel corso del periodo considerato:

  • gli atti amministrativi  di indirizzo (decreti, atti ministeriali, circolari, studi, documenti di analisi e riflessione, ecc.)  che hanno presieduto le modalità di attuazione del dettato normativo;
  • della documentazione utile a ricostruire il funzionamento organizzativo e le relazioni interorganizzative e di rete che si sono attivate a livello territoriale;
  • dei dati a disposizione per quanto concerne le caratteristiche quali-quantitative dell'utenza trattata, le misure adottate, gli esiti del procedimento;
  • delle modalità di interscambio esistenti tra i N.O.T. e i Ser.T. che si sono sostanziate in accordi, protocolli di intesa, forme di integrazione strutturata, ecc.;
  • delle ricerche svolte a livello locale in merito alle prassi adottate, ai "modelli" procedurali posti in essere, alle differenze organizzativo-funzionali registrabili localmente, alle specificità dell'utenza incontrata, ecc.

b) Gli studi di caso su aree campione

Nella seconda fase la ricerca ha assunto la dimensione di ricerca a campione su alcuni significativi e rappresentativi ambiti territoriali in modo da operare i necessari approfondimenti utili a rispondere adeguatamente agli interrogativi posti. Sono stati selezionati 18 N.O.T. (e relativi ambiti di competenza Provinciali), scelti secondo alcuni opportuni criteri di campionamento.

Le linee di ricerca sono state essenzialmente due:

  • il modo specifico in cui, nel NOT oggetto di studio, il sistema attiva il processo previsto dalla norma come ridefinito dalla riforma del 2006;.
  • le modalità di relazione attivate territorialmente tra i N.O.T., i Ser.T. e altri Enti "ausiliari" eventualmente coinvolti, al fine di comprendere la dimensione operativa e la valenza attribuita al lavoro di rete all'interno dello stesso territorio.

c) Due ricerche sui consumatori (segnalati e non)

Contemporaneamente allo sviluppo delle attività di indagine nei territori prescelti, si è svolta la fase di ricerca che aveva riferimento al terzo obiettivo sopra enunciato. Esso è rappresentato dall'impegno di cogliere elementi utili a descrivere l'impatto e gli effetti del sistema definito dall'art. 75 dal punto di vista dei suoi destinatari. In particolare era interesse dei ricercatori esplorare la conoscenza e la valutazione soggettiva della norma e il ruolo di deterrenza o di induzione al cambiamento (ad esempio, attraverso il ricorso ai servizi) che essa ha o potrebbe avere.

A questo scopo si sono realizzate due distinte indagini. La prima è stata un'indagine con interviste dirette a un campione di più di 300 consumatori che hanno avuto l'esperienza della segnalazione, con cui si è voluto indagare la conoscenza della norma precedente il momento della segnalazione; la percezione del rischio di essere segnalati; il grado di timore delle sanzioni e i motivi di non ottemperanza; l'esperienza vissuta a seguito della segnalazione e i giudizi che danno della procedura sperimentata; la valutazione del significato che essa ha avuto e le sue eventuali conseguenze sulle scelte successive.

La seconda è stata un'indagine, che ha utilizzato lo strumento di un questionario on line su un certo numero di consumatori non segnalati per valutare il grado di conoscenza della norma, il ruolo del timore della sanzione nelle scelte di consumare o di non consumare, i giudizi in ordine al rischio di essere sanzionati.

 

Torna all'inizio del contenuto