Esplora contenuti correlati

Introduzione

Il problema della droga, e più in generale quello delle dipendenze, è un fenomeno radicato nella nostra società il cui contrasto diventa sempre più difficile anche per il numero di nuove sostanze psicoattive che vengono immesse nel canale distributivo. La prevenzione è indubbiamente lo strumento più efficace ai fini della riduzione del rischio e delle problematiche derivanti dal consumo di tali sostanze soprattutto se rivolta ai giovani. Infatti, è nell'età adolescenziale che si manifestano sempre più frequentemente l'uso di sostanze psicoattive e l'abuso alcolico, anche sotto forma di policonsumo.

Pertanto gli interventi di prevenzione devono essere rivolti ai giovani già in età precoce fornendo gli strumenti per la riduzione dei fattori di rischio e per l'acquisizione di competenze ed abilità personali. I programmi di prevenzione, svolti in ambito scolastico, consentendo di raggiungere i giovani in un'età
in cui non hanno ancora consolidato comportamenti potenzialmente dannosi per la salute, favoriscono l'acquisizione d'informazioni, conoscenze ed abilità comportamentali che promuovono stili di vita sani che possono costituire un'essenziale forma di prevenzione delle tossicodipendenze. E'
quindi fondamentale che la disseminazione delle informazioni sia effettuata nel modo più chiaro e corretto possibile fornendo ai giovani informazioni scientificamente accreditate ed utilizzando canali comunicativi moderni e vicini ai giovani per sollecitare la loro attenzione ed interesse. Gli interventi di prevenzione risultano significativamente più efficaci se coinvolgono sinergicamente anche gli educatori del contesto scolastico e le famiglie, permettendo di soddisfare la domanda informativa ed educativa di studenti, insegnanti e genitori, in modo coordinato.

Il progetto EDU, promosso da Dipartimento Politiche Antidroga in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, risponde significativamente all'esigenza informativa dei giovani e dei loro genitori e nel contempo fornisce alle Istituzioni Scolastiche strumenti per la
promozione nei giovani di stili di vita sani e liberi dalle droghe. All'interno del progetto sono stati implementati dieci differenti portali istituzionali con linguaggi ed informazioni differenziati per target in cui è possibile trovare informazioni scientificamente accreditate, estremamente chiare ed aggiornate.
L'utilizzo del canale multimediale risulta estremamente accattivante per i giovani e rende facilmente fruibili tutti gli strumenti e le indicazioni. I portali affrontano il "problema droga" da diversi punti di vista, non solo evidenziando i danni prodotti dall'abuso di alcol e dall'uso di droghe e promuovendo nel contempo stili di vita corretti, ma fornendo anche agli insegnanti strumenti didattici di prevenzione da
poter inserire nei curricoli scolastici ed ai genitori indicazioni su come affrontare il tema delle droghe con i propri figli. Significativa è la piattaforma formativa che mette a disposizione della comunità scolastica e dei genitori un servizio di interazione a distanza, in videoconferenza, attraverso il quale si realizza un apprendimento collaborativo. Questa modalità
prevede l'utilizzo di collaborazione sincrona, in cui l'esperto guida gli allievi in un ambiente di aula virtuale, con la condivisione di lavagne, applicazioni, "alzata di mano" elettronica, e funzioni di audio e video in diretta sulla rete.

Il progetto EDU, attraverso i portali e la piattaforma formativa, costituisce un "faro" nel mare di informazioni presenti sulla rete web ove è possibile trovare una enorme varietà di informazioni ma in cui esiste una grossa contraddittorietà dei messaggi sui danni da abuso di alcol e droghe, che non solo crea disorientamento negli utenti ma anche disinformazione.

Prof.ssa Maria Grazia Corradini
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione

 

Torna all'inizio del contenuto